Panoramica

Panoramica

in collaborazione con 3omega3.it e promuoveresalute.it

Il gruppo internazionale organizzato dal CDC chiamato la sindrome da stanchezza cronica malattia, perché il nome rispecchia il sintomo più comune: a lungo termine, stanchezza persistente. È importante notare, tuttavia, che la parola “fatica” può essere estremamente fuorviante. La fatica è un sintomo, ma tra i tanti che compongono questa malattia, e non riflette l’importanza di altri sintomi invalidanti. La parola aggiunge anche a incomprensioni generalizzata e banalizzazione della malattia. L’uso del nome
ME / CFS sta diventando sempre più comune.

Non ci sono indicazioni che la CFS è contagiosa o che può essere trasmesso attraverso il contatto intimo o casual. La ricerca continua a determinare la sicurezza della donazione di sangue da parte di persone con CFS. Il AABB, un’organizzazione che rappresenta centri bancari di sangue negli Stati Uniti e in tutto il mondo, ha raccomandato il rinvio a tempo indeterminato di potenziali donatori di sangue con una storia passata o attuale del CFS. Questa raccomandazione è stata adottata dalla Croce Rossa Americana e Blood Centers America, i due più grandi collezionisti di sangue negli Stati Uniti.

CFS possono iniziare improvvisamente o si accende gradualmente. L’insorgenza improvvisa segue spesso una respiratorio, gastrointestinale o altre infezioni acute, tra cui la mononucleosi. Altri casi si sviluppano dopo traumi emotivi o fisici, come incidenti gravi, un lutto o un intervento chirurgico.

Anche se CFS possono persistere per molti anni, studi a lungo termine indicano che la CFS in genere non è una malattia progressiva. I sintomi sono di solito più grave nel primo anno o due. Successivamente, i sintomi di solito si stabilizzano, quindi persistono cronicamente, crescere e calare, o migliorare. Per alcune persone con CFS, tuttavia, i sintomi possono peggiorare nel tempo.

Sembra che, mentre la maggior parte delle persone con CFS parzialmente recuperare, solo pochi recuperare completamente, mentre altri sperimentano un ciclo di recupero e di ricaduta. Non c’è modo di prevedere quale categoria si potrebbe cadere in. Ci sono alcune prove che quanto prima una persona viene diagnosticata con CFS e sintomi sono gestiti e trattati, maggiori saranno le probabilità di miglioramento, che illustra l’importanza della diagnosi precoce e del trattamento.

in collaborazione con 3omega3.it e promuoveresalute.it