Diagnosi

Diagnosi

in collaborazione con 3omega3.it e promuoveresalute.it

Sindrome da stanchezza cronica (CFS) è diagnosticata escludendo noti malattie mediche e psichiatriche che presentano anche la stanchezza e sintomi simili. È importante diagnosticare queste condizioni perché i trattamenti possono essere disponibili. Malattie che hanno anche la fatica comprendono:

  • ipotiroidismo
  • apnea notturna
  • narcolessia
  • alcool o abuso di sostanze
  • obesità grave
  • lupus
  • sclerosi multipla
  • cancro
  • depressione
  • anoressia nervosa
  • bulimia nervosa
  • schizofrenia
  • disordine bipolare
  • demenza

Pertanto, la diagnosi di CFS è di esclusione-escludendo altre possibili cause dei sintomi. Alcune malattie eliminano una diagnosi di CFS, come la sclerosi multipla, lupus o gravi disturbi psichiatrici come la schizofrenia. Esso non fornirebbe alcun beneficio in questi casi avere una seconda diagnosi.

Gli attuali criteri diagnostici per la CFS specificano inspiegabile, stanchezza persistente che non è a causa di uno sforzo continuo, non è sostanzialmente alleviato dal riposo, ha iniziato di recente e porta ad una significativa riduzione dei livelli di attività precedenti. Esse richiedono inoltre la presenza di almeno quattro dei seguenti sintomi:

  • problemi di sonno
  • compromissione della memoria a breve termine o la concentrazione
  • post-sforzo malessere che si verificano entro 12 a 24 ore di sforzo e della durata di 24 ore o più
  • dolore alle articolazioni senza gonfiore o rossore
  • disagio o dolore muscolare
  • mal di testa di un nuovo tipo o gravità
  • mal di gola ricorrente
  • linfonodi teneri nel collo e ascelle

Molteplici sintomi soggettivi sono anche riportati, e anche se questi non sono inclusi nei criteri diagnostici attuali, essi sono segnalati con relativa frequenza. Questi includono:

  • sindrome dell’intestino irritabile e altri disturbi gastrointestinali
  • sintomi simili
  • eruzioni cutanee
  • disturbi visivi
  • vertigini
  • intorpidimento e formicolio nelle braccia e gambe
  • sensibilità a varie sostanze chimiche
  • occhi asciutti
  • brividi
  • sudorazioni notturne
  • alcol e farmaci intolleranze

Alcuni pazienti CFS riportano anche da lieve a moderata sintomi di ansia o depressione. Tuttavia, molte persone con CFS non hanno la depressione o di qualsiasi altra malattia psichiatrica. La depressione può essere un effetto secondario di CFS, non necessariamente una condizione primaria, come le persone tentano di affrontare i cambiamenti nello stile di vita che vivono con una malattia cronica dettami malattia.

Sia ansia o depressione si verifica prima o durante la malattia non è il fattore significativo; ottenere aiuto per queste condizioni dolorose è ciò che è essenziale.

Le allergie tendono anche ad essere più comune nei pazienti con CFS rispetto alla popolazione generale. Molti pazienti CFS hanno una storia di allergie anni prima della comparsa della sindrome. A volte i pazienti riferiscono un peggioramento dei sintomi allergici o l’insorgenza di nuove allergie dopo essere diventato malato di CFS. Poiché allergie sono così comuni nelle persone con CFS, è importante identificare sintomi causati da allergie modo che possano essere trattate in modo indipendente.

Il personale sanitario dovrebbe prendere una storia medica completa e condurre ampie esami di stato fisico e mentale, compresi i test di laboratorio.

in collaborazione con 3omega3.it e promuoveresalute.it